Sulle tracce di...Yves Klein

19.2.13 MadreCreativa 3 Comments

Per la rubrica Sulle tracce di...

oggi voglio parlarvi di Yves Klein.
Figlio di artisti, dopo la formazione da autodidatta si dedica alla pittura nel 1954, dopo essersi appassionato alla filosofia e alle arti marziali. Tornato da un viaggio in Giappone, inizia a concepire i primi monocromi.
Nel 1955 conosce gli artisti del gruppo dei Nouveaux Réalistes e nel 1957 affascinato da un tono di blu di Giotto, crea IKB (Internetional Klein Blu), una particolare gradazione di blu che ottiene con la collaborazione del celebre mercante di colori parigino Adam, con cui realizza una serie di monocromi.
L'epoca blu continua con sculture di gesso, rilievi, oggetti, spugne ("Un giorno notai la bellezza del blu in una spugna; questo strumento di lavoro divenne per me materia prima d'un sol colpo. La straordinaria capacità delle spugne di assorbire qualsiasi liquido mi affascinò").
Nel 1960, presenta una performance: vestito in smoking blu, l'artista dirige un'orchestra che esegue la Symphonie Monoton (composta da una sola nota continuata), mentre tre ragazze nude con il corpo dipinto di IBK si rotolano su fogli di carta.  In seguito la carta viene incollata su tela e i dipinti ottenuti saranno chiamati Anthropométrie.

Ai bambini che sono venuti a conoscenza di questo artista, si possono proporre diverse attività: dalla creazione del colore partendo dal pigmento (mescolandolo con colla vinilica e acqua), come Klein stesso aveva fatto realizzando l'IBK.

Alla realizzazione (attraverso il colore realizzato) dell' "antropometria" più semplice e cioè l'impronta della propria mano.
Alla composizione di opere d'arte con le spugne: dalle sculture (cartoncino dipinto, filo di ferro e spugna).
Ai dipinti (cartoncino dipinto e spugne incollate).


3 commenti:

  1. uno dei miei artisti preferiti...il blu Klein toglie il fiato...perfetti gli esperimenti con i bambini
    complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille...anch'io adoro Klein ed il suo blu!

      Elimina
  2. Davvero un artista interessante e poi perfetto per ispirare le opere d'arte dei nostri bimbi! Grazie per l'idea!

    RispondiElimina