Venerdì del libro: La storia del leone che non sapeva scrivere

15.3.13 MadreCreativa 5 Comments

C’era un volta un leone che non sapeva scrivere.
Così inizia la storia del libro di oggi: La storia del leone che non sapeva scrivere.
Il leone non sapeva scrivere, ma a lui non importava perchè sapeva ruggire e mostrare gli artigli e per un leone è sufficiente.
Un giorno, però, il leone incontrò una bellissima leonessa che stava leggendo un libro, si stava avvicinando per baciarla, ma si fermò pensando che una leonessa che legge è una vera signora e ad una vera signora bisogna scrivere una lettera d’amore, ma il leone (come ho già detto) non sapeva scrivere.
Il leone allora si rivolse a diversi animali per farsi scrivere una lettera d’amore, ciascuno però la scrisse secondo il suo punto di vista. Pertanto la scimmia scrisse alla leonessa che aveva raccolto per lei delle buonissime banane, l’ippopotamo la invitò a sguazzare nel fiume fangoso, lo scarabeo ruzzolacacca spruzzò sulla lettera il suo profumo preferito (che lascio a voi indovinare!).
Il leone si rivolse anche ad altri animali, ma non era mai contento di ciò che scrivevano.
Iniziò, allora, a ruggire ciò che avrebbe voluto scrivere alla leonessa: che è bellissima e che avrebbe tanta voglia di vederla! Che vorrebbe invitarla a stare insieme, distesi sopra un albero a guardare le stelle in cielo!
Oh se solo avesse saputo scrivere!
Continuò a ruggire queste parole sempre più forte finchè una voce gli chiese: “ E perchè non le hai scritte tu, allora?
Il leone allora vide la leonessa sul suo ramo e le rispose di non averle scritte lui, perchè non sa scrivere.
La leonessa allora sorrise, lo baciò sul musino e lo invitò sul ramo.
Gliel’avrebbe insegnato lei!
 Una chicca sono gli sfondi e i colori che cambiano a seconda dell’umore del leone: dal rosa che sottolinea il momento dell’innamoramento al rosso di rabbia.
Una storia divertente che invita a riflettere sull'importanza dell'alfabetizzazione, ma anche sulla necessità d'impegnarsi per raggiungere i propri obiettivi.

Autore: Martin Baltscheit
Illustratore: Marc Boutavant
Editore: Motta junior
Età di lettura: dai 4 anni

5 commenti:

  1. Ma che bella storia, mi piace, mi piace!!

    RispondiElimina
  2. Sono disegni molto teneri, come la storia, grazie!

    RispondiElimina
  3. bello...lo cerco subito!
    Nicoletta

    RispondiElimina
  4. ..non faccio che leggerne bene di questo libro, prima o poi arriverà anche nella nostra Stanzetta :)

    RispondiElimina