Giocare con papà: il vulcano

19.5.13 MadreCreativa 4 Comments

Prendete un sabato pomeriggio in cui la mamma ha così tanti vestiti da stirare che non può più fare finta di niente, fuori piove ed in casa un papà ed un quasi quattrenne devono trascorrere il tempo. Cosa può succedere? Che i due distruggono casa? Noooooo! Che si mettono a fare gli esperimenti!
Perciò armati di bottiglia, aceto, bicarbonato, uno sgabello ed un vassoio, papà A. e Lorenzo hanno costruito il loro vulcano.
Questo esperimento è davvero conosciutissimo (anche la vecchietta di fronte casa mia lo stava mostrando alla nipote l'altro giorno), il web è pieno di tutorial per spiegare il procedimento, ma quello che a me piace sottolineare è l'entusiasmo con il quale padre e figlio si sono dedicati alla costruzione del vulcano.
Per prima cosa hanno fissato una bottiglia su uno sgabello, hanno riempito la bottiglia di aceto ed hanno sistemato lo sgabello in un enorme vassoio (che la sottoscritta ha acquistato pensando di dover, un giorno, servire caffè ad un'intera caserma, ma che in realtà non è stato mai usato!).
Poi hanno ricoperto il tutto con della carta da pacchi marrone.

Dal momento che il papà molto più scientifico di me, ha sistemato anche dei dinosauri ai piedi del vulcano spiegando al piccolo come vulcani e dinosauri vivessero nella stessa epoca!
Lorenzo aveva il compito di versare il bicarbonato all'interno del vulcano e....
...via con le eruzioni!
Questo del vulcano, è un gioco che in casa nostra ripetiamo spesso, ma durante questo pomeriggio, mentre facevo qualche pausa durante la mia attività di stiratura, ho avuto davvero modo di osservare la differenza di approccio di nostro figlio nei confronti miei e del padre, una diversa complicità.
Anche se papà A. e Lorenzo durante la settimana non riescono a trascorrere molto tempo insieme, è interessante per me vedere come i bambini siano davvero molto più adattabili e versatili di noi e come davvero per loro quello che conta è la qualità del tempo che gli si dedica.

Con questo post partecipo all'iniziativa di Beta: la foto della domenica.

4 commenti:

  1. ma questo vulcano sembra verisssiiiimooooo
    E che dire dei dinosauri? uno scenario perfetto!

    RispondiElimina
  2. Che bel quadretto :) io sono mamma di un bimbo di soli due mesi, certe volte vorrei che il tempo si congelasse,mentre me lo coccolo, così indifeso, tra una poppata e l'altra. In altre occasioni non vedo l'ora che abbia l'età giusta per giocare con me e il suo papà. Io faccio già il possibile per lasciare spazio ai loro momenti di intimità....ma ovviamente lui al momento ha una predilezione per me, che sono la sua "bottiglia di latte con le gambe" :)
    Anche il papà è ancora un po' impacciato con lui, anche se lo adora, e aspetta anche più di me il momento in cui potrà giocarci, insegnargli qualcosa, leggergli un libro...
    Per altro anche io potevo vedere poco il mio papà durante la settimana ma effettivamente ho con lui ricordi meravigliosi per cui nella mia mente lo vedo sempre accanto a me, in qualunque momento dell'infanzia ma non solo.....
    Comunque complimenti, Lorenzo sembra davvero un bimbo fortunato, a quanto pare!

    RispondiElimina
  3. Eh si, il vulcano funziona sempre come fonte di meraviglia, gioco e complicità! Bellissimo il vostro vulcano "d'epoca"! :)

    RispondiElimina