Venerdì del libro: Il sogno di Rosina

22.11.13 MadreCreativa 6 Comments

Una mattina siamo andati a giocare in un parco molto grande di Padova e abbiamo trovato due fratellini che avevano organizzato un mercatino dell'usato con libri e giocattoli. Noi siamo stati subito attirati da : Il sogno di Rosina.
C'era una volta una signora maiale graziosa, cicciotta e tutta rosa che viveva in una bella fattoria, ma dal momento che la vita lì non era sempre rose e fiori e Rosina non voleva finire tra i prosciutti e le salsicce, decise un bel giorno di fare le valigie.
Lasciò la dolce campagna e si trasferì in città. Qui prese lezioni di canto e dimostrò uno straordinario talento per la lirica.

Nei teatri d'opera Rosina divenne la più acclamata e ammirata, correvano da ogni parte per sentire la sua voce, ma lei si sentiva tanto triste e tanto sola: "mi amano e tanto, ma solo per la mia voce. Nessuno vede però chi sono veramente: una signora maiale che, in cuor suo, non desidera solo la gloria".

Una sera, però, Rosina fece la conoscenza di un lupo elegante, che non capiva niente di musica, ma era un tipo davvero affascinante!
Qualche tempo dopo Rosina sparì e i giornali di tutto il mondo cercarono di svelare il mistero.
Nelle cronache rosa si leggeva che, un giorno, un lupo elegante le aveva fatto perdere la testa e infatti
Rosina era insieme al suo lupo innamorato! 
Il giorno delle nozze furono invitati tutti gli amici e i parenti vicini e lontani a eccezione dei giornalisti curiosi e pettegoli.
Gli sposini andarono a vivere in una fattoria, dove un gregge brucava in santa pace l'erbetta del prato.
Finalmente Rosina era felice!
Una storia apparentemente strampalata per parlare ai bambini della bellezza e delle necessità dei sogni, perché tutti dobbiamo avere il diritto di sognare e ancor più i bambini.

Autore: Patryk Lucas
Editore: Bohem Press
Età di lettura: dai quattro anni

6 commenti:

  1. Argomento delicato e impegnativo. Potrebbe piacere alla mia grande che ha già fama di successo!
    Grazie
    Silvia

    RispondiElimina
  2. Risposte
    1. Si..è un altro spunto di lettura molto interessante! Ho risposto alla mail :)

      Elimina
  3. Considerando che quest'anno si festeggiano i 50 anni dall'uscita di Elmer, direi che questo album finisce dritto dritto nella bibliografia sulla diversità :)
    Grazie e un abbraccio :)

    RispondiElimina