APPen disegnare e colorare in libertà, ma non solo!

12.12.13 MadreCreativa 2 Comments

Quando i piccoli di casa sono ammalati (come il mio in questi giorni), diventa davvero impegnativo intrattenerli. Per fortuna i preparativi per il Natale e la passione del mio quattrenne per i glitter, riescono a tenerlo impegnato per diverso tempo; proprio in vista della festa più bella dell'anno, ho avuto la fortuna di poter anticipare di un po' i regali di Natale e recapitare al mio bambino uno dei suoi oggetti del desiderio del momento: APPenlprima penna con il tratto sensibile alla pressione
Vi basti sapere che ogni volta che vedeva la pubblicità in televisione la sua esclamazione era"la voglio!", pertanto, vi faccio immaginare la sua felicità quando se l'è trovata tra le mani.
APPen permette ai piccoli di giocare facilmente con un tablet o uno smartphone attraverso l'uso di un'applicazione semplice da installare sui diversi dispositivi (per sapere se il proprio dispositivo è compatibile, basta consultare il sito www.appen.it).
Appena accesa è possibile selezionare le attività in base all'età (0-5 anni o dai 5 anni in su), opzione da me molto apprezzata.
Il quattrenne ha subito voluto provare i giochi ("mamma le macchine da corsa, wow!") e devo dire che sono rimasta molto sorpresa nel vedere che mio figlio, pur non avendo mai usato APPen prima, sapesse perfettamente che è possibile utilizzare la penna come un vero e proprio joistick (io avevo provato la penna la sera prima e non ci ero arrivata che era possibile girarla e schiacciare! Questi bambini abituati a smartphone e computer sin da piccoli, sono decisamente avanti non c'è che dire e sicuramente strumenti come APPen contribuiscono notevolmente a stimolarli!).

Il quattrenne ha sperimentato la possibilità di scrivere le lettere dell'alfabeto con APPen, ma non ha voluto provare a registrare la sua voce mentre leggeva le diverse lettere (possibilità fornita da APPen: registrare e riascoltare la propria voce durante la lettura delle lettere dell'alfabeto).
E' subito passato alla sezione disegna e colora, che era quella che maggiormente m'incuriosiva sperimentare con mio figlio.
Dopo aver selezionato lo strumento da utilizzare, i bambini possono disegnare o colorare. Mi è piaciuta molto l'assoluta libertà lasciata ai bambini nel processo creativo. Dalla scelta dello strumento a quella dei colori. 
Inoltre a seconda della pressione esercitata con APPen sul display il tratto del colore cambia: con una pressione più forte il tratto si allarga come se si stesse utilizzando un pennello, con una pressione leggera si assottiglia come se si stesse usando un pennarello a punta fine.
E se qualcosa nel disegno non soddisfa, si può selezionare la gomma e cancellare.
E' possibile scegliere se colorare uno sfondo in cui inserire degli animali provenienti dagli habitat naturali più diversi.
Si può anche scegliere di colorare numerosi disegni attraverso il riempimento e anche in questo caso, è possibile intervenire ulteriormente sul disegno colorato e superare, come è tipico dei bambini gli stereotipi: un ippopotamo può perciò diventare azzurro, con dei grandi pois gialli.
In questa sezione è anche possibile modificare delle fotografie e scegliendo gli appositi bottoni si possono condividere le proprie creazioni sul web o inviarle direttamente via mail a parenti e amici.
Ciò che mi rende sempre scettica nei confronti di queste applicazioni è la scarsa libertà consentita nel processo creativo, attraverso APPen invece i bambini possono dare spazio alla propria creatività e anche se non possono sporcarsi (componente fondamentale per me quando si crea), sono sicuramente liberi di utilizzare la propria fantasia e imparare attraverso il gioco (la modalità migliore per apprendere, soprattutto per bambini in età prescolare)!

 APPen
Questo post è offerto da APPen, la prima penna col tratto sensibile alla pressione, pensata per colorare e disegnare, imparare e giocare direttamente su tablet e smartphone







2 commenti:

  1. Scopro continuamente caratteristiche nuove, su questa appen...molto molto interessante...

    RispondiElimina
  2. molto molto più interessante è scoprire questi spot sponsorizzati ;-) prima o poi riuscirò a parteciparvi ih ih ih

    RispondiElimina